Risultati del Bando a sostegno delle produzioni musicali

La Città della musica sostiene i professionisti del territorio: 46 progetti vincitori per un budget complessivo di 200.000 euro.

In attesa della ripresa delle attività dal vivo, gli operatori della filiera musicale lavoreranno a nuovi contenuti.

Bologna, 21 dicembre 2020 – 46 operatori musicali sono pronti a ripartire con il sostegno di 200.000 euro erogato dal Comune di Bologna.

Sono i risultati dell’avviso per nuove produzioni musicali che il Comune di Bologna ha pubblicato come azione pilota per sostenere la filiera musicale, settore particolarmente colpito dagli effetti della crisi sanitaria, e che ha dato un esito notevolmente al di sopra delle aspettative, con 207 progetti provenienti da etichette discografiche, a cui principalmente era rivolto l’avviso, agenzie di management, mondo del terzo settore e singoli artisti.

Una risposta compatta da parte di tutta la Città della Musica che ha dimostrato come gli operatori musicali abbiano l’esigenza di impiegare questo periodo, in cui esibizioni e concerti dal vivo sono sospesi, nella creazione di nuovi contenuti, e che ha indotto il Comune di Bologna ad incrementare le risorse a disposizione fino alla quota di 200.000 euro.

“Vogliamo che la musica dal vivo riparta al più presto – dichiara Matteo Lepore, assessore alla cultura del Comune di Bologna – ma nel frattempo i musicisti non possono stare in ‘stand by’: abbiamo immaginato questo nuovo strumento per sostenere la fase creativa, incoraggiandoli a preparare nuovi contenuti da proporre al più presto dal vivo. Bologna è ‘città della musica’ non solo per il suo glorioso passato, ma soprattutto per un presente in cui la produzione ha un ruolo centrale, con tanti professionisti impegnati nel settore sul nostro territorio”.

Sono state premiate 46 produzioni, di cui 24 proposte da associazioni e 22 da imprese e liberi professionisti con contributi pari a 4.000 e 7.000 euro.

Entrando nel dettaglio, sono stati selezionati 14 progetti presentati dalle etichette del territorio, 11 da agenzie, imprese e professionisti del settore musicale e 21 dai soggetti del terzo settore.

Da uno sguardo complessivo, le tipologie di proposte riguardano per lo più la produzione di album, in digitale e su supporto fisico, con un forte ritorno al vinile, ma non sono mancate proposte di residenze artistiche, documentari sonori e prodotti multimediali.

I progetti hanno in comune un’alta qualità delle produzioni proposte e un approccio alla produzione musicale di tipo professionale.

Nelle prossime settimane sarà possibile conoscere più approfonditamente i vincitori attraverso una campagna di comunicazione sui profili social di Bologna Città della musica UNESCO:
facebook: BolognaCittaDellaMusicaUnesco – instagram: bolognacityofmusic

La graduatoria è disponibile su

  • www.comune.bologna.it – sezione Concorsi e avvisi – altri bandi e avvisi pubblici;
  • www.comune.bologna.it/cultura – sezione Avvisi e bandi.

I progetti vincitori

  • Garrincha edizioni musicali – Produzione discografica su cd e digitale con video promozionale in stop motion del cantautore indie-rock Cimini.
  • Tuk music – Lp su cd e digitale del jazzista Paolo Fresu e della cantante Cristina Zavalloni che rende un tributo alle canzoni dello Zecchino d’Oro reinterpretandole in chiave jazz.
  • G-ro – Cd e video della cantautrice Roberta Giallo che propone musiche inedite da lei composte su liriche di poeti di rilievo nazionale.
  • Irma records – Nuovo lavoro di Forelock, artista di musica reggae, black e urban di fama internazionale, su cd e digitale con video promozionale.
  • Cristian Adamo – Vinile con video via Original Cultures del gruppo Oké che si muove su traiettorie sonore che vanno dal cosmic jazz, all’afro-house, alla library music .
  • Alta Sierra – Nuovo album del sassofonista Gianni Vancini, con brani inediti che uniscono le sonorità del jazz contemporaneo alla musica pop italiana più rappresentativa dagli anni ’70 a oggi. Special guests: Umberto Tozzi, Sarah Jane Morris, Marco Masini e Fabrizio Bosso.
  • Bartolomeo Sailer – Doppio vinile, cassetta e formato digitale dell’etichetta Random Numbers, che vede la partecipazione di vari artisti della scena elettronica del territorio e internazionale.
  • James Jonathan Clancy – Quattro album in vinile dell’etichetta indipendente alternative-rock Maple Death; ogni album presenta una collaborazione artistica inedita alla ricerca di un dialogo tra arte performativa e arte visiva. Tra gli artisti: John Duncan, Blak Sagaan.
  • Egea – Album in cd e digitale della cantante, pianista e compositrice Cristina Zavalloni, straordinaria interprete che, come di consueto, si muove ai confini tra jazz e musica colta.
  • Totally Imported – Quarto album del gruppo urban hip hop Funk Shui. La composizione dei brani, che avverrà principalmente in luoghi immersi nella natura, permetterà l’uscita di alcune pre-produzioni fondamentali per la promozione.
  • Tactus – Lp in cd e digitale per il duo voce e chitarra formato dal soprano Barbara Vignudelli e Monica Paolini con brani composti da compositori di musica classica attivi nel panorama della città metropolitana.
  • Fonoprint – Album in vinile e digitale per il cantautore Fabio Curto, polistrumentista e compositore che viaggia tra sonorità rock ed elettroniche.
  • ManitaLab – Debutto discografico in cd e formato digitale del duo elettro-pop “Le Vacanze” dell’etichetta Manita Dischi.
  • Miraloop – Produzioni discografiche e video di alcuni artisti della casa discografica articolata in quattro etichette indipendenti con differenti linee editoriali e votata alla scoperta di nuovi talenti.
  • Don’t panic – Vinili ad edizione limitata di artisti indie-rock di rilevanza nazionale come: Andrea Laszlo De Simone, Colapesce, Giardini di Mirò, Massimo Volume, frutto della collaborazione tra 42 Records e Fonoprint
  • Time4two – Vinile del chitarrista e compositore Stefano Pilia che prevede la registrazione di composizioni con organico variabile e la collaborazione di artisti di fama internazionale come Adrian Utley dei Portishead.
  • Django concerti – Produzione discografica del chitarrista Federico Poggipollini che prevede la registrazione di cover della tradizione italiana con la collaborazione di importanti musicisti, tra cui Gianni Morandi.
  • Music market – Opera in cd, vinile, digitale con video installazione riprodotta in esclusiva alla prossima edizione del Bright Festival. Previsto inoltre un successivo lungometraggio per musei e centri culturali. Il progetto coinvolge i musicisti Mack e l’artista visuale Lottek.
  • Lostudiospaziale – Cd e video della compositrice e cantante Marta Ascari. Un racconto a mosaico, fatto attraverso un viaggio sonoro per ognuna delle tracce, collegate tra loro dal tema dell’alienazione e dai concetti di appartenenza e non appartenenza.
  • Ledx – Disco in vinile e digitale dei Cabaret du Ciel, pionieri italiani della scena elettronica progressive – ambient, che propongono sonorità musicali di ricerca. Realizzazione di due video promozionali.
  • Perséphone – Produzione multimediale (discografica digitale, video e cartacea) dell’Orchestra del Baraccano alla scoperta della modernità del grande compositore Ottorino Respighi, con la direzione artistica di Giambattista Giocoli.
  • Shape – Produzione in ambiente virtuale realizzata e sviluppata in residenza al Dumbo da Lorenzo Nada, dj e beatmaker (Godblesscomputers), e Bassi Maestro, rapper underground di fama nazionale, coordinato dallo staff di Robot Festival.
  • Messa in Musica – Produzione multimediale dedicato alla Divina Commedia in occasione del settecentesimo anniversario della morte di Dante. Parte musicale affidata alla Cappella Musicale della Basilica San Francesco di Ravenna con la direzione del M° Giuliano Amadei.
  • Archivio Sonoro – Lp in vinile e digitale del Confusional Quartet, storica formazione del nuovo rock italiano di fine anni Settanta, con ospiti di grande rilievo internazionale.
  • Ruggine – Produzioni discografiche in vinile 180g di artisti di livello internazionale dell’etichetta noise-rock Improved Sequence, curata dall’associazione che gestisce il live-club Freak Out. Tra gli artisti: Ovo, David Grubbs, Blurt…
  • Offset – Produzione discografica in cd, vinile e digitale con video promozionale del musicista avant, polistrumentista e virtuoso del Theremin, Vincenzo Vasi.
  • Scuola Popolare di Musica Ivan Illich – Nuovo vinile per il gruppo musicale Fawda. Un approccio sperimentale per valorizzare identità e culture diverse, divise tra Italia e Africa. Il lavoro è affiancato da un video dell’artista visivo Squaz.
  • Abc – Produzione audio in digitale e video di una composizione del violinista Valentino Corvino e del sassofonista Guglielmo Pagnozzi che incrociano musica contemporanea e jazz su testi di Charles Bukowski interpretati dalla voce del poeta Gabriele Via.
  • Bologna Festival – Opera da camera in forma semiscenica nella quale si fondono musica antica e musica contemporanea. Musiche di Luigi Sammarchi, testi di Guido Barbieri. Tra gli artisti coinvolti: Ex Novo Ensemble, Alvise Vidolin, Pamela Lucciarini…
  • Fontanamix – Opera da camera in forma concertistica e discografica proposta dell’ensemble di musica contemporanea FontanaMIX in collaborazione con il coreografo Luca Veggetti.
  • Zimmer Frei – Podcast radiofonico e lp in vinile del sound designer Massimo Carozzi che esplora il rapporto tra musica e suono all’interno delle varie comunità religiose presenti sul territorio.
  • Map – Produzione discografica digitale, cartacea e performativa di Laura Agnusdei, sassofonista e musicista elettronica, ispirata a cinque luoghi scelti nell’area metropolitana.
  • Montagna di Suono – Uscita in vinile, cd e digitale dell’album reggae con sperimentazioni afrobeat e dancehall dell’artista Nico Royale.
  • Zoopalco – Produzione musicale cross-mediale promossa da Zoopalco, collettivo composto da sole voci che esplora le potenzialità della narrazione poetica attraverso la tecnica dello human beatbox.
  • Hovoc – Format video in più puntate curato dall’associazione che gestisce il live-club Covo e che vede la partecipazione di importanti musicisti indie-rock della scena nazionale.
  • Elastico – Ep digitale e videoclip di un singolo della giovanissima artista rap Karma Rakma, classe 2004, italiana di origine tunisina. Il progetto discografico coinvolge artiste donne di fama internazionale
  • E bene venga maggio – Opera audio/video composta da brani di musica popolare/tradizionale su cd e realizzazione di un e-book con modalità interattive. I principali artisti coinvolti sono I Suonatori della Valle del Savena e La Compagnia del Maggio.
  • Alchemilla – Produzione in residenza di un live electronics della compositrice e sound artist Daniela Cattivelli per voce e sistema di spazializzazione quadrifonica. Un progetto di ricerca musicale, di esplorazione attorno all’emissione vocale condotta attraverso dispositivi elettronici e software appositamente realizzati.
  • Circolo arci alle rive del Reno – Lp digitale con videoclip come fase conclusiva di un progetto di residenza artistica che unisce il rap bolognese di Inoki con la nuova scena rap/trap cittadina.
  • Link 2.0 – Vinile e performance come realizzazione conclusiva di un contest di musica elettronica per giovani musicisti emergenti, con la partecipazione di artisti più affermati a curare i remix dei brani presentati.
  • Granduca7 – Album del giovane cantautore e artista di strada Lorenzo Sbarbati, produzione di due videoclip e di un video animato ispirati a tre brani dell’album.
  • Vincenzo Scorza – Video dedicati all’improvvisazione effettuata dal musicista elettronico Vinx Scorza su sistemi modulari di sintesi sonora.
  • Fausto De Bellis – Primo album in cd, vinile e in digitale dei Magenta#9 , “I ceffi della Bolognina”, band rock che ha vinto Sanremo Rock 2020. Saranno prodotti anche due videoclip promozionali.
  • Antonio Stragapede – Lp di Antonio Stragapede e Daniele Dall’Omo, con brani inediti di musica d’autore, una rivisitazione della musica tradizionale bolognese, con l’obiettivo di ampliarne gli orizzonti e permetterne l’uscita dal ristretto campo della musica folk, portandola verso repertori internazionali.
  • Marco Biscarini – Produzione discografica e multimediale di brani per colonne sonore, prevalentemente arie per voci femminili, che vede il coinvolgimento del compositore Marco Biscarini, della cantante Marta Ascari, e della violinista Emanuela Trombini.
  • Marco Vecchi – Ep in digitale che permette a giovani artisti italiani di origine straniera di lavorare con alcuni produttori nazionali già affermati, per mettere in campo un percorso musicale innovativo e di integrazione e coesione sociale. Il progetto coinvolge Frank Nemola, Piotta, Neffa, Dj Mista.

pubblicato il 24 dic 2020