Il Coro Farthan di Marzabotto, con tenacia e resilienza, conquista il podio

Il coro Farthan si aggiudica il primo posto nella categoria “Canto Polifonico di ispirazione Popolare” al Concorso Nazionale Corale “Città di Vittorio Veneto”.

Il lungo periodo di prove e lezioni a distanza causato dalla crisi pandemica, ha fatto sì che Elide Melchioni, direttrice del Coro Farthan di Marzabotto, abbia iscritto lo scorso 24 Ottobre la formazione al Concorso Nazionale Corale “Città di Vittorio Veneto”, tra i più prestigiosi di Italia.

La partecipazione del coro al concorso ha portato, non a uno, ma a ben tre premi: 1° Classificato categoria C - Canto polifonico di ispirazione Popolare, 3° Classificati (pari merito) categoria E - Gruppi vocali, e Premio miglior esecuzione di una composizione polifonica rinascimentale il loro “eretico” Parapiglia.

Questi premi si sommano a tanti altri ottenuti fin qui dal 2011 (anno di nascita), insieme a uno dei riconoscimenti più importanti, ovvero la nomina del Coro Ambasciatore di Pace conferito dal comune di Marzabotto nel 2018.

La vittoria di questi premi non è il solo regalo che il coro ci ha fatto, ma  il duro lavoro affrontato in questo periodo difficile ha portato anche alla realizzazione del loro secondo lavoro discografico, dopo l’esordio di “MEF” arriva  “Mali d’Amore ed altre Stregonerie”, in cui si racconta di riti scaramantici, incantesimi d’amore, malefici morsi di ragni, abbandoni prima delle nozze, accettazione e resistenza.

Questi risultati sono la dimostrazione che costanza, resilienza, tenacia e determinazione anche nei periodi più bui, come quello che tutti noi stiamo affrontando, in cui il 30% delle realtà corali sono oramai scomparse, sono la formula vincente per poter dimostrare che realtà musicali come il Coro Farthan possono ancora arricchire e rinvigorire il panorama culturale del nostro paese.

pubblicato il 04 nov 2021