mar 28 settembre | ore 20:30

Ensemble Micrologus | Moni Ovadia

@Oratorio di San Filippo Neri

Bologna Festival 2021 | 40^ edizione | Il Nuovo L'Antico

Martedì 28 settembre ore 20.30
Ensemble Micrologus
Moni Ovadia
voce recitante

Nell’ambito della sua formazione accademica Dante aveva senza dubbio studiato musica nella sua accezione più astratta e speculativa, quella che secondo Tommaso d’Aquino nel commento a Boezio «considera i suoni non in quanto tali, ma in quanto dipendono da proporzioni numeriche». Amava anche “i suoni in quanto tali”? Pare di sì. Nel Convivio egli descrive l’ascolto musicale con parole tanto calorose da tradire una partecipazione esperienziale simile ad un’estasi mistica: «La Musica trae a sé gli spiriti umani, che sono vapori del cuore, sicché quasi cessano da ogni operazione: si è l’anima intera, quando l’ode, e la virtù di tutti quasi corre a lo spirito sensibile che riceve lo suono».

In voce mista al dolce suono
letture dantesche con musiche di autori coevi al sommo poeta

Il Nuovo L'Antico. Cicli di concerti dedicati alla musica antica e alla musica d’oggi, con autori e programmi fuori dal repertorio tradizionale.
La musica antica si ascolta in esecuzioni storicamente informate e quella contemporanea, nelle sue più diverse espressioni, con artisti specializzati in questo repertorio.

Ensemble Micrologus | Moni Ovadia

mar 28 settembre | ore 20:30
@Oratorio di San Filippo Neri

Bologna Festival 2021 | 40^ edizione | Il Nuovo L'Antico

Martedì 28 settembre ore 20.30
Ensemble Micrologus
Moni Ovadia
voce recitante

Nell’ambito della sua formazione accademica Dante aveva senza dubbio studiato musica nella sua accezione più astratta e speculativa, quella che secondo Tommaso d’Aquino nel commento a Boezio «considera i suoni non in quanto tali, ma in quanto dipendono da proporzioni numeriche». Amava anche “i suoni in quanto tali”? Pare di sì. Nel Convivio egli descrive l’ascolto musicale con parole tanto calorose da tradire una partecipazione esperienziale simile ad un’estasi mistica: «La Musica trae a sé gli spiriti umani, che sono vapori del cuore, sicché quasi cessano da ogni operazione: si è l’anima intera, quando l’ode, e la virtù di tutti quasi corre a lo spirito sensibile che riceve lo suono».

In voce mista al dolce suono
letture dantesche con musiche di autori coevi al sommo poeta

Il Nuovo L'Antico. Cicli di concerti dedicati alla musica antica e alla musica d’oggi, con autori e programmi fuori dal repertorio tradizionale.
La musica antica si ascolta in esecuzioni storicamente informate e quella contemporanea, nelle sue più diverse espressioni, con artisti specializzati in questo repertorio.