15 luglio 2023, 11:00

Il corpo politico | SPORE

Dove
Le Serre dei Giardini Margherita, via Castiglione 134 - 40124 Bologna

Le Serre d’Estate

Quinto appuntamento di SPORE, rassegna interdisciplinare che vuole dare una panoramica ampia dell’esperienza diasporica in chiave artistica, culturale e politica.

Otto appuntamenti da luglio a settembre con artiste e artisti emergenti che vivono in Italia, provenienti dal bacino del Mediterraneo, dalla Francia e dagli Stati Uniti: nuove voci che indagano l’arte da una prospettiva radicale, interrogando il punto di vista di chi vive o ha sperimentato sulla propria pelle il tema delle migrazioni e del razzismo strutturale. Da «Diaspora» come idea di dispersione o invasione, a Spore come capacità di contaminarsi e rigenerare futuri possibili.

Programma

Ore 11- 17: Workshop di teatro Il corpo politico a cura di Corps Citoyen

Accesso gratuito, ma necessaria iscrizione. Max 18 partecipanti. Per info:
samanta.musaro@kilowatt.bo.it

Corps Citoyen è un collettivo artistico pluridisciplinare basato tra Tunisi e Milano. La pratica del collettivo si compone di diversi strumenti disciplinari (danza, teatro, poesia, video, animazione, scrittura e ricerca antropologica) per creare nuove narrazioni contemporanee.

l corpo politico è il soggetto principale del nostro ultimo progetto performativo, Gli Altri. Il lavoro cerca di mettere in discussione il potere narrativo della rappresentazione di sé e dell’altro, da un lato, e la natura politica dei corpi nella loro stessa presenza e posizionamento all’interno della rappresentazione, attraverso la lente dell’ironia e l’oscillazione tra realtà documentaria e finzione dichiarata. ​

«Can the subaltern speak?» si chiedeva Gaiatri Spivak in un famoso discorso del 1988 sul marxismo e l’interpretazione della cultura. Definire chi ha diritto di parola nella sfera pubblica è oggi più che mai un tema centrale nella ridefinizione dei ruoli di potere che caratterizza il rapporto con soggetti considerati minori. La narrazione occidentale ha una precisa agenzia di potere, che definisce l’Altro a partire dalle proprie categorie: per questo, definire chi parla e lo spazio autoriale che occupa sono temi centrali di una pratica performativa che vuole essere contemporanea e politica.

Il corpo politico è un laboratorio aperto dove, attraverso alcuni dispositivi della performance – re-enactement, lavoro documentario, pratiche sulla presenza, fictionalization e bio-fiction – cerchiamo di valorizzare la natura politica di ogni corpo e il suo potere attraverso la rappresentazione per eccellenza, la finzione scenica, che aiuta a creare e rafforzare le narrazioni del presente, ma che può essere anche un luogo sovversivo per sabotare le grandi narrazioni attraverso l’inserimento di un altro corpo, una presenza che si espone al pubblico nella sua stessa fragilità e potenza.

Il laboratorio è stato sperimentato nel 2020 a Iuav – Dipartimento di Arti Performative, al Weimer Kunst Festival, al MUDEC di Milano e al festival Teatro Bastardo di Palermo nel 2022.


Accesso gratuito, ma necessaria iscrizione. Max 18 partecipanti


TUTTI GLI EVENTI DI SPORE