20 settembre 2022, 19:00

I mariti delle altre

Dove
Parco della Montagnola, Via Irnerio, 2/3 - Bologna

Guia Soncini presenta il suo libro | Frida nel Parco 2022

 

Frida Books | Libri en plein air.

Guia Soncini presenta I mariti delle altre (Marsilio). Interviene Giorgia Olivieri

 
“Le storie d’amore non sono più storie d’amore, i tradimenti non sono più tradimenti, i motel non sono più motel: siamo un’umanità che smanetta su Tinder promettendosi copule che non ha intenzione di mantenere”: Guia Soncini torna in libreria con una nuova edizione del 2013 de I mariti delle altre e se nella prima faceva convergere la storia del costume italiano e quel prezioso modello comportamentale che era stato il matrimonio dei suoi genitori -  vuoi essere la moglie che si lagna sempre, l’amante che non vuole tenersi in casa il marito altrui, o il marito del cui destino decidono le donne? -, in questa aggiornata al presente non poteva che entrare ciò che siamo diventati: gente che vive, tradisce, confessa, promette, si distrae; tutto sempre e solo dentro al telefono.

 

L’adulterio è antico quanto il matrimonio, il matrimonio è antico quanto la società degli uomini, ed entrambi sono immutabili e mutevolissimi. Sembra ieri che l’adultera si buttava sotto il treno se l’amante non la voleva più, poi è arrivata La ragazza con la pistola con dentro il germe della prima mutazione: le donne nuovi traditori, gli uomini nuove zitelle disperate. Un secolo dopo, il Novecento è ancora tra noi sotto forma di signore tradizionaliste convinte di volere che lui lasci la moglie, signori con eccesso d’autostima convinti che né la moglie né l’amante possano vivere senza di loro, e la vera grande disputa italofrancese: chi ha inventato l’adulterio a lunga conservazione, in cui l’amante è a tutti gli effetti un’altra moglie o un altro marito, e non serve divorziare e risposarsi serialmente come fanno i puritani in quel continente lontano? È però cambiato tutto, giacché siamo passati da tradimenti abbastanza consumati da lasciare prove che in assenza di lavasecco mettevano a rischio mandati presidenziali, a un presente in cui «mandami una foto» basta a farci sentire il brivido della trasgressione e a provvedere a ciò per cui prima servivano i pied-à-terre e le cene nei ristoranti fuori mano: mantenere vivo il nostro matrimonio. Se l’adulterio di questo secolo fosse un programma politico, il suo slogan sarebbe «rinnovamento nella tradizione». Nella prima edizione di questo libro Guia Soncini faceva convergere la storia del costume italiano e quel prezioso modello comportamentale che era stato il matrimonio dei suoi genitori: vuoi essere la moglie che si lagna sempre, l’amante che non vuole tenersi in casa il marito altrui, o il marito del cui destino decidono le donne? In questa nuova versione aggiornata al presente non poteva che entrare ciò che siamo diventati: gente che vive, tradisce, confessa, promette, si distrae; tutto sempre e solo dentro al telefono.

Guia Soncini ha scritto un romanzo, un paio di film, ma soprattutto migliaia di articoli e alcuni libri di critica culturale (Come salvarsi il girovita, La repubblica dei cuochi, L’era della suscettibilità, L’economia del sé), col vasto programma di capire come siamo diventati quel che siamo, e la scellerata ambizione di sistematizzare il presente. 


Ore 19

Info: +39 0510218143 - 3516780316 (solo whatsapp)

Frida nel parco Facebook

Frida nel Parco Instagram